Ihr Warenkorb
Leerer Warenkorb

logo qualita

valposchiavo

slowfood

Newsletter

Jetzt anmelden! Mit dem Scalino-Newsletter profitieren Sie von zahlreichen Vorteilen.

  • furmagin-mercati_2018
  • slide di carne in carne
  • slide online shop

Rezepte

Medaglioni di puledro in crema di carciofi

Difficoltà: -

Preparazione: 15 min

Cottura: -

 

Ingredienti 4 persone:

  • 1/2 kg. di fette di magatello di puledro
  • 4 carciofi
  • 3 etti di carciofi surgelati
  • 1/4 di panna fresca
  • sale
  • pepe
  • olio
  • burro
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo tritato 

 

PREPARAZIONE 

In una pentola d'acqua bollente buttate i cuori di carciofo surgelati e i gambi, puliti dalla corteccia , di quelli freschi. Cotti, scolateli e frullateli in un mixer, quindi passateli al setaccio per togliere le fibre. Togliete ai carciofi, tutte le foglie scure fino ad arrivare a quelle più interne, tenere e verdi più chiaro. Con un taglio netto eliminare la punta e tutto il gambo, e con un coltellino affilato scavate nel interno del carciofo in modo da eliminare le spine più interne e l'eventuale barba, che si trova vicine al cuore del carciofo. Via via che sono pronti, metteteli in una vasca di acqua acidulata con limone, in modo che non si anneriscano, quindi in un pentolino alto soffriggere in olio l'aglio, aggiungeteci i carciofi, salate versate un bicchiere d'acqua, coprite col suo coperchio, abbassate il fuoco e fate cuocere per una ventina di minuti; saranno pronti quando le foglie esterne risulteranno tenere. Infarinate la carne, fatela cuocere a fuoco vivace in una padella in cui avete fatto sciogliere precedentemente olio e burro, salate e pepate. Cotta che sia, toglietela e mettetela in un piatto caldo, contemporaneamente, nella stessa padella versate la crema di carciofi, precedentemente preparata, stemperatela con la panna, salate, pepate, e quando avrà una consistenza cremosa, mantecateci la carne. Servite sul piatto, guarnendo con il carciofo, spolverato di prezzemolo, che aprirete a fiore.

... e buon appetito!!

TUTTE LE RICETTE »

Submit to Facebook
 

video slow food RSI 2018 480

RSI - 19.04.2018

La rivoluzione dello Slow Food

Nel dialetto locale il cion è il maiale e il Furmagin da cion indica una torta di carne. Un nome curioso, usato forse dai locali perché questo pasticcio di carne di maiale era un tempo preparato nelle pentole o nelle pirofile da dolce, assumendo una forma rotonda di grandi dimensioni, simile a una formaggetta.